• Lettere dall'Europa

Conferenza sul futuro dell’Europa

Per affrontare il futuro del nostro continente e vincere le vecchie e nuove sfide abbiamo bisogno di un’Europa molto più forte e con poteri più chiari. Ce ne siamo accorti in questi mesi di pandemia quando abbiamo invocato dall'Europa un aiuto e un sostegno risolutivo, di fronte alla fragilità di ogni singolo Stato membro.

Un grande passo avanti è stato fatto con Next Generation Eu, ma ora occorrerà rendere permanenti i cambiamenti delle politiche europee che l'emergenza ha consentito di fare. Dobbiamo perciò interrogarci su questo futuro per arrivare anche a delle riforme strutturali e a un nuovo assetto dell'architettura europea.

Questo non è un impegno solo della politica e delle Istituzioni, ma di tutti i cittadini ed è necessaria una fase di grande partecipazione che coinvolga giovani, società civile, mondo delle professioni e delle università e delle associazioni.

Per questo si è deciso di lanciare una grande Conferenza sul futuro dell’Europa con un esercizio di democrazia partecipativa e deliberativa aperto ed inclusivo, senza precedenti e che ha l’obiettivo di dare maggior voce a persone di ogni estrazione, su ciò che si aspettano dall'Unione europea, una voce che influirà sugli orientamenti futuri e sul processo decisionale dell'UE.

Questa conferenza si aprirà il 9 maggio prossimo, in occasione della Festa dell’Europa. I lavori dovrebbero poi concludersi nella primavera 2022.

È già stata inaugurata la piattaforma digitale per la Conferenza sul futuro dell'Europa, e tutti i cittadini dell'UE sono invitati a contribuirvi per dire la loro e a fare le loro proposte per il futuro dell'UE.

Come partecipare al futuro dell’UE?

E’ necessario accedere al sito: Conference on the Future of Europe (europa.eu)

La piattaforma digitale è pienamente interattiva e multilingue: si potrà entrare in contratto con altre persone e discutere le proposte con altri cittadini provenienti da tutti gli Stati membri, nelle 24 lingue ufficiali dell'UE. Il maggior numero di persone è incoraggiato a contribuire attraverso di essa al processo di definizione del proprio futuro, ma anche a promuovere la piattaforma sui social media, con l'hashtag #TheFutureIsYours

Visitando la piattaforma è possibile esprimere la propria opinione su un tema selezionando tra nove macroaree principali (cambiamenti climatici e ambiente; salute; un'economia più forte ed equa; giustizia sociale e occupazione; l'UE nel mondo; valori e diritti, Stato di diritto, sicurezza; trasformazione digitale; democrazia europea; migrazione; istruzione, cultura, giovani e sport), ma si potrà anche lasciare un commento su altre questioni cliccando sulla sezione “altre idee”. Le interazioni con ciascun contributo ricalcano il modello dei social media.

La piattaforma garantirà piena trasparenza – principio fondamentale della Conferenza – poiché tutti i contributi e i risultati degli eventi saranno raccolti, analizzati, monitorati e resi pubblici. Le principali idee e raccomandazioni scaturite dalla piattaforma serviranno da spunto per i comitati europei di cittadini e le sessioni plenarie, in cui saranno dibattute per giungere alle conclusioni della Conferenza.

Tutti gli eventi relativi alla Conferenza che saranno registrati sulla piattaforma saranno visualizzati su una mappa interattiva, che consentirà ai cittadini di navigare e registrarsi per gli eventi online. Per predisporre e promuovere le loro iniziative, gli organizzatori potranno usare il kit di strumenti disponibile sulla piattaforma. Tutti i partecipanti e gli eventi dovranno rispettare la Carta della Conferenza sul futuro dell'Europa, che stabilisce le norme per un dibattito paneuropeo rispettoso.

Le aree di dibattito della conferenza sono quelle indicate. Il Parlamento UE avrebbe voluto inserire anche il tema della riforma dei Trattati ma su questo il Consiglio UE non è stato d'accordo e quindi alla fine possiamo dire che il tema non è previsto ma non è neanche precluso. Per questo io mi auguro, invece, che ci siano molti suggerimenti, per esempio relativamente al superamento del diritto dell'unanimità in Consiglio UE e altri cambiamenti che possano dare più capacità di azione all'Unione europea.

Naturalmente oltre alla piattaforma si stanno definendo tutte le modalità di partecipazione dei cittadini attraverso comitati, seminari, eventi e ogni altra forma possibile di mobilitazione.

Di tutto questo ti terrò informato.

Che cosa aspetti? Partecipa al tuo futuro e a quello delle nuove generazioni!

  • Visite: 364
0
0
1
s2smodern
facebook_page_plugin

© Copyright Patrizia Toia, all Rights Reserved