• EBOOKS

    EBOOKS

Il modello di sviluppo energetico

Introduzione di Patrizia Toia - Il costante aumento del costo delle bollette dell’elettricità rappresenta un problema per i consumatori e per le aziende in tutta Europa. 
Nel frattempo, quella che è l’enorme sfida di decarbonizzare il sistema energetico, si traduce in una maggiore pressione sui prezzi. Riuscire a trovare un modo efficacie per aiutare i cittadini ad individuare gli sprechi energetici mostrando loro in che modo possono mutare le proprie abitudini rappresenta pertanto una sfida politica, culturale e sociale, oltrechè una strategia cruciale per il nostro modello di sviluppo. L’uso efficiente dell’energia in un’industria, un ufficio o una casa non dipende solamente dalla sostituzione di vecchi apparecchi o dall’acquisto di nuove tecnologie più performanti, ma anche dai comportamenti delle persone che vivono e operano in tali contesti. I comportamenti impattano infatti sui consumi in quanto possono indurre sprechi energetici quali ad esempio luci, caldaie o macchinari accesi quando non servono, e utilizzi non ottimali delle apparecchiature attraverso impianti o macchine regolati male.
 
Per questa ragione le azioni di sensibilizzazione e formazione sono fondamentali per un’impresa quanto le proposte di impiego di nuove tecnologie. Negli ultimi anni abbiamo assistito ad un costante cambio di atteggiamento nei confronti del risparmio energetico. Per prima cosa gli sviluppi in fatto di economia comportamentale hanno mostrato quali messaggi possono essere più efficaci nello spingere le persone a prendere determinate decisioni. Secondo, è oramai passato il messaggio che una modifica del comportamento può tradursi in un mezzo più efficiente per abbattere le emissioni di anidride carbonica in termini di costi, rispetto ad alcune tecnologie più costose attualmente in uso. La sfida per la riduzione delle emissioni di Co2 nel mondo è la più importante dei prossimi anni e di questo secolo e l´efficienza energetica è uno degli strumenti più importarti per vincerla. L’efficienza energetica svolge un ruolo primario nella lotta al riscaldamento globale, messo sempre più a repentaglio dal continuo aumento delle emissioni Co2 nell’atmosfera, e rappresenta al contempo uno strumento strategico per il rilancio economico europeo e mondiale.
 
L’efficienza energetica rappresenta la nuova sfida a livello globale e il risparmio di energia è considerato uno dei principali motori per la maggior parte delle economie. Si tratta dunque una scelta importante e, di fatto, obbligata. Già nel 2008, l’Unione Europea ha varato il “Pacchetto Clima-Energia” che contiene obiettivi precisi sull’efficienza energetica da raggiungere entro il 2020. Uno degli obiettivi prevede la riduzione del consumo di energia primaria del 20% rispetto ai livelli previsti al 2020. Nel 2014 il Consiglio Europeo ha rinnovato l’impegno portando l’obiettivo di efficienza energetica al 2030 al 27%. Le misure previste comprendono l’aumento dell’efficienza energetica nel settore dell’edilizia, in particolare migliorando i sistemi di riscaldamento e raffreddamento, il potenziamento dell’efficienza energetica e la riduzione delle emissioni nel settore dei trasporti. Il pacchetto “Unione dell’energia” del 2015 mira a garantire all’Europa e i suoi cittadini energia sicura, sostenibile e a prezzi accessibili.
 
Misure specifiche riguardano cinque settori chiave, fra cui sicurezza energetica, efficienza energetica e decarbonizzazione. Nel corso del 2016 le Istituzioni Europee lavoreranno su diversi ambiti: normative per riscaldamento e aria condizionata, strumenti finanziari, normativa sull’etichettatura energetica e sulla progettazione ecocompatibile, normativa sull’efficienza energetica degli edifici e normativa sull’efficienza energetica. Fondamentale sarà la nuova direttiva UE sull’efficienza energetica. Il finanziamento degli investimenti nell’efficienza energetica infatti è una sfida fondamentale per l´Europa: occorre rendere più facilmente accessibili il capitale e i programmi di finanziamento nazionali, regionali o locali. L´efficienza energetica deve essere una priorità a tutti i livelli di governo. Insieme ai colleghi del Gruppo dei Socialisti e dei Democratici al Parlamento Europeo vigileremo affinché gli obiettivi siano sempre più ambiziosi e le norme siano eque, sia per i cittadini sia per le imprese. L´efficienza energetica riguarda il nostro futuro, è una sfida che l´Europa non può permettersi di non vincere.

"Il modello di sviluppo energetico" - Pubblicazione a cura di Patrizia Toia (pdf)

ebook energia

  • Visite: 920
0
0
1
s2smodern
facebook_page_plugin
Follow me:

© 2017 Patrizia Toia