AREA STAMPA

AREA STAMPA

CAMBIARE IL FISCAL COMPACT

No, non abbiamo votato l'inserimento del Fiscal Compact dei Trattati, come ha cercato di sostenere qualcuno, e no, non è vero che l'Italia è "il ventre molle dell'Europa" e che in questi anni ha perso l'occasione di risanare il debito pubblico, come sostiene l'economista tedesco Daniel Gros e come pensa quelche commissario europeo a Bruxelles. A starsburgo abbiamo votato per cambiare il Fiscal Compact e in questi anni l'Italia si è rifiutata di strangolare la propria economia con un risanamento accelerato, approfittando per fare riforme importanti. 

 Scarica e diffondi il commento di Patrizia Toia - l'Unità, 25 febbraio 2017 (pdf)

25 02 unit

  • Visite: 86

logo patrizia footer

Questo sito utilizza i cookie al fine di offrire ai propri visitatori una migliore esperienza di navigazione. Per ulteriori informazioni sui cookie impiegati e sulle modalità da seguire bloccarli o per cancellarli, si veda l'apposita informativa sui cookie. Proseguendo con la navigazione l'utente presterà il consenso all'uso del cookie. Privacy e Cookies