GRUPPO S&D

GRUPPO S&D

Il Gruppo S&D affronta con pragmatismo e serietà il fenomeno delle migrazioni e dei richiedenti asilo, chiedendo alle Istituzioni Europee di essere al fianco degli stati più esposti a questo fenomeno di dimensioni numeriche e di gravità senza precedenti. L’accoglienza dei migranti deve essere caratterizzata da un approccio basato sul rispetto dei diritti umani, tutelando in particolare donne e bambini. Occorre che gli stati cooperino per lottare contro le organizzazioni che approfittando del disagio e della disperazione altrui.

CONTINUA A LEGGERE IL DOCUMENTO

  • Visite: 191

Il pluralismo dei proprietari dei media, delle fonti e dei contenuti è fondamentale al fine di promuovere la diversità dei media stessi. È fondamentale avere accesso a una varietà di informazioni e meccanismi trasparenti, che garantisca, così, l’indipendenza dei servizi. La diversità dei media è fondamentale per una società democratica ben funzionante. Se incoraggiata può guidare la qualità dei contenuti attraverso la competizione nel mercato.

CONTINUA A LEGGERE IL DOCUMENTO

  • Visite: 198

La pesca in Europa deve essere un settore abilitato ad attingere da risorse stabili all'interno di un ambiente sano, rispettando gli aspetti economici e sociali dello sviluppo sostenibile. La responsabilità di mantenere l’ambiente di pesca sicuro non si ferma ai confini dell'Europa; si estende agli oceani del mondo. Dal 2013, la riforma della Politica Comune della Pesca (PCP) prevede nuovi standard di prodotti per soddisfare le aspettative dei cittadini in materia di pesca, anche per quel che riguarda le importazioni. 

CONTINUA A LEGGERE IL DOCUMENTO

  • Visite: 250

Una parte consistente della popolazione europea non gode dell’accesso ai trattamenti ospedalieri e alle medicine di base. Tenendo presente che la Carta dei Diritti Fondamentali indica espressamente l’accesso alla prevenzione e alle medicine come uno dei diritti inalienabili, è obiettivo primario del Gruppo S&D lavorare nell’interesse dei cittadini e tutelando i loro diritti. Nonostante il mancato accesso alle medicine fosse un fenomeno già noto nello scorso decennio e la recente crisi economica ha inasprito questa situazione.

CONTINUA A LEGGERE IL DOCUMENTO

  • Visite: 254

logo patrizia footer

Questo sito utilizza i cookie al fine di offrire ai propri visitatori una migliore esperienza di navigazione. Per ulteriori informazioni sui cookie impiegati e sulle modalità da seguire bloccarli o per cancellarli, si veda l'apposita informativa sui cookie. Proseguendo con la navigazione l'utente presterà il consenso all'uso del cookie. Privacy e Cookies