ENEWS

ENEWS

Il Parlamento ha approvato martedì nuove misure per incoraggiare le grandi aziende europee a focalizzarsi sui risultati di lungo termine. Queste misure introducono il potere per gli azionisti di votare sulla politica di remunerazione dei direttori e faciliteranno l’identificazione degli azionisti da parte delle compagnie. Il relatore ha dichiarato che “l’accordo sulla direttiva per i diritti degli azionisti approvata oggi dalla plenaria del PE è molto positivo. Le misure concordate aiuteranno a spingere gli investimenti verso un approccio orientato a più lungo termine e assicureranno maggiore trasparenza per le società quotate e per gli investitori.”

APPROFONDISCI IL DOCUMENTO

  • Visite: 71

Come sapete, il 25 marzo a Roma si celebreranno i 60 anni dell'Europa, cioè della firma dei Trattati di Roma del 1957 che hanno istituito la "Comunità europee", l'istituzione che, dopo l'evoluzione e lo sviluppo dei suoi confini e delle sue competenze, è diventata l'attualel'Unione Europea. E' questa l'occasione per chiederci che "futuro vogliamo per l'Unione Europea", domanda che riguarda tutti, le istituzioni, la politica, le associazioni e i cittadini. Infatti la risposta non verrà solo dalle istanze pubbliche ma dal sostegno dei popoli europei e dalla convinzione europeista delle persone.

APPROFONDISCI IL DOCUMENTO

  • Visite: 671

Come capogruppo del PD, ho insistito affinché venisse messa nero su bianco la richiesta di rivedere il Fiscal Compact in Parlamento. Questo provvedimento rappresenta una priorità per l’Italia: tutti i suoi limiti, emersi chiaramente con gli sforamenti del deficit di Francia, Spagna e Portogallo, dovranno essere presi in considerazione insieme alla comunicazione sulla flessibilità ottenuta dall'Italia nel 2015 e alle richieste per una “golden rule” sugli investimenti.

APPROFONDISCI IL DOCUMENTO

  • Visite: 345

Con mia grande soddisfazione, finalmente la Lombardia può beneficiare di una legge per la prevenzione e il contrasto al bullismo e al cyber bullismo, grazie all’azione del Gruppo PD Lombardia e in particolare di Carlo Borghetti e Fabio Pizzul. Dopo un lungo percorso in Commissione Cultura e istruzione e qualche evitabile forzatura per l’approdo in Consiglio regionale, la legge si pone al fianco di coloro che già si impegnano per la prevenzione e il contrasto di questo fenomeno.

APPROFONDISCI IL DOCUMENTO

  • Visite: 119

logo patrizia footer

Questo sito utilizza i cookie al fine di offrire ai propri visitatori una migliore esperienza di navigazione. Per ulteriori informazioni sui cookie impiegati e sulle modalità da seguire bloccarli o per cancellarli, si veda l'apposita informativa sui cookie. Proseguendo con la navigazione l'utente presterà il consenso all'uso del cookie. Privacy e Cookies