ENEWS

ENEWS

In una risoluzione approvata mercoledì, i deputati hanno affermato che la situazione in Ungheria giustifica l’avvio della procedura che potrebbe portare a sanzioni contro il Paese. I deputati vedono un grave deterioramento dello Stato di diritto e della democrazia; Le leggi controverse devono essere sospese o ritirate; I fondi UE per l'Ungheria devono essere sotto sorveglianza. A seguito del dibattito in Plenaria dell’aprile scorso, i deputati hanno dichiarato che la situazione dei diritti fondamentali in Ungheria giustifica l'avvio della procedura formale per determinare se in uno Stato membro ci sia un "evidente rischio di grave violazione" dei valori dell'UE. Nella risoluzione si chiede: l'attivazione dell'articolo 7, paragrafo 1:

APPROFONDISCI IL DOCUMENTO

  • Visite: 143

Gli intervistati italiani chiedono più interventi dell’Ue su migrazione, sicurezza e difesa, economia e agricoltura: cresce il sostegno all’Ue; la maggior parte degli europei preferisce una risposta comune alle sfide globali rispetto a una risposta nazionale; tre europei su quattro vogliono che l’Ue faccia di più in materia di lotta al terrorismo, misure contro la disoccupazione, contrasto all’evasione fiscale e protezione dell’ambiente. Secondo un numero crescente di cittadini europei, appartenere all’Ue è una cosa positiva. Questo il dato che emerge dall’ultimo Eurobarometro pubblicato dal Parlamento europeo. In pratica, l’attaccamento all’Unione europea ha raggiunto nuovamente i livelli pre-crisi registrati nel 2007.

APPROFONDISCI IL DOCUMENTO

  • Visite: 153

Il Trattato di Roma, firmato sessant’anni fa, ha dato il via all'integrazione economica e a una pace duratura a un continente che conta oggi una popolazione di oltre 500 milioni di cittadini. Il Parlamento europeo ha riflettuto sui progressi compiuti finora e sul futuro dell’Europa. La parola passa ora ai cittadini che il 21 marzo prenderanno il posto dei deputati per esprimere la propria visione sull’Europa. Il Parlamento Europeo a Bruxelles accoglierà centinaia di cittadini europei chiamati a esprimersi su cosa funziona nell'Unione Europea e su cosa va cambiato, ma anche come questa dovrebbe evolvere per rispondere meglio alle sfide attuali e future.

APPROFONDISCI IL DOCUMENTO

  • Visite: 758

I deputati si sono espressi martedì sul ripristino da parte del Presidente Donald Trump della norma "global gag" in un dibattito con il commissario per gli aiuti umanitari dell'UE Christos Stylianides. L'ordine esecutivo, firmato il 23 gennaio, obbliga le ONG straniere finanziate dagli Stati Uniti a certificare che non eseguano e non promuovano attivamente l'aborto. Il commissario per gli aiuti umanitari Christos Stylianides ha espresso preoccupazione per il Memorandum presidenziale per quanto riguarda la politica di Città del Messico, firmato dal Presidente degli Stati Uniti Donald Trump.

APPROFONDISCI IL DOCUMENTO

  • Visite: 157

Follow me:

© 2017 Patrizia Toia

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando a navigare nel sito accetti il loro utilizzo. Informativa